domenica 22 giugno 2008

Onomanzia

Viaggiatore...tu credi nelle varie forme di imprinting esistenziale? Credi che il giorno in cui nasci, l'anno, gli astri, le stelle, il nome...possano essere in qualche modo collegati al carattere della persona? Io non so...sfoglio libri che pretendono di codificarti da questi segni solamente perchè la curiosità è sempre forte...spesso però mi stupisco nel trovare nelle frasi che leggo una veridicità. E' come se effettivamente fosse la mia descrizione, sensazioni che provo, descrizioni di me che sono valide e che io stessa avrei potuto affermare ma vederle scritte da qualcuno che non mi conosce mi fa dubitare. Non saprei...meglio limitarsi a leggere e valutare di volta in volta che significato hanno per noi le parole, forse tutto nasce dall'interpretazione che noi ne diamo.
Ieri ho sfogliato un libro di Onomanzia ma solo come sfida: il mio nome, il mio vero nome, è raro e difficilmente viene contemplato quando si stilano elenchi dei nomi. Così, per sfida, lo cerco sempre con l'intento di scoprire se questo o quell'autore ritengono degno di nota anche il mio nome o meno.
Ieri, con sorpresa l'ho trovato, e non legato ai più comuni che lo comprendono, ma da solo, semplice e puro com'è...e questo è quello che riportava...
Origine: greca. Onomastico:1 novembre. Numero protafortuna 2, colore giallo, pietra topazio, metallo mercurio.
Caratteristiche: come un essere che viene dal nulla, sfugge dalle mani in continuazione. La si vorrebbe tenere vicina per la sua fresca vivacità, la sua gioia di vivere, la sua fragilità, la sua fantasia, la sua malizia. Ma quando ha deciso di fuggire, nulla e nessuno la riesce a trattenere.

Non riporto commenti a questo, chi mi conosce può valutarlo da se, chi non mi conosce...peccato.

1 commento:

Gloria ha detto...

ti conosco, probabilmente poco, ma la descrizione calza a pennello.
ti ringrazio anche per avermi fatto scoprire aNobii... sto mettendo tutti i libri che ho e, mano a mano che mi vengono in mente, anche quelli soltanto letti ma non avuti.