giovedì 6 novembre 2008

zugunruhe

Finalmente ho capito cos'è la mia periodica irrequietezza e so darle un nome...strano ma è comunque un nome ZUGUNRUHE!!! Finalmente capisco la mia voglia di fuggire che si manifesta bene in due periodi l'anno e che comunque resta sempre di sottofondo. Probabilmente in un'altra vita migravo. Detto così sembra strano ma sarà vero? E' esattamente essere come un uccello migratore costretto a restare...senti il richiamo della partenza da un mese prima che avvenga e poi sempre più intenso...poi non riesci a partire e pian piano, con il tempo, te ne fai una ragione e scema l'intenso sentimento che avevi. Ma resta sempre in sottofondo la convinzione di non essere dove dovresti.

1 commento:

Federico ha detto...

Finalmente impari un po di tedesco

Unruhe = irrequietezza
Zug, in questo caso, significa trasferimento...

Grande Dora.

Ci vediamo presto

Un bacione